Plotter: tecnologia e principali usi nei settori di stampa

//Plotter: tecnologia e principali usi nei settori di stampa

Plotter: tecnologia e principali usi nei settori di stampa

In molti uffici stanno trovando una diffusione sempre più ampia i plotter, strumenti capaci di offrire stampe ed incisioni di alta qualità e di grande formato su carta plotter e non solo. Le classiche stampanti A3 e A4 per ufficio non sono adatte per le stampe di grandi dimensioni, mentre i plotter assicurano stampe professionali nei più svariati settori. Esistono diversi modelli di plotter che sfruttano varie tecnologie, quindi è opportuno valutare attentamente le proprie necessità tenendo conto delle dimensioni e della risoluzione delle stampe. In base alle caratteristiche del plotter è possibile scegliere il modello più indicato a seconda del settore di riferimento.

Le varie tecnologie di plotter

Sul mercato esistono 4 tipologie di plotter: a penna, da taglio, a getto d’inchiostro e da stampa e taglio a getto d’inchiostro.

Il plotter a penna è caratterizzato da un braccio mobile all’estremità del quale c’è appunto una penna scrivente. Il movimento del braccio sposta la penna sul foglio che dà vita alla stampa.

Il plotter da taglio ha un sistema simile a quello appena analizzato, con la differenza che al posto della penna c’è una lama che serve per intagliare scritte, disegni e forme adatta soprattutto alla carta vinilica adesiva.

Il sistema del plotter a getto d’inchiostro è composto da testine stampanti che spruzzano inchiostro direttamente sul foglio. Questa tecnologia risulta particolarmente versatile e funzionale poiché è in grado di stampare dal classico A4 fino ai rotoli di 91,4 cm.

Il plotter da stampa e taglio a getto d’inchiostro nasce dalla fusione del modello da taglio e del modello a getto d’inchiostro e risulta uno dei più utilizzati sul mercato. Alcuni modelli sono in grado di svolgere la funzione di stampa e di taglio contemporaneamente.

A questi 4 modelli bisogna infine aggiungerne altri 2 usati per materiali diversi dalla carta: da incisione e da modellazione. Il plotter da incisione viene impiegato per effettuare incisioni su materiali come legno, plastiche, resina, alluminio ed ottone; il plotter da modellazione viene usato per la modellazione in 3D partendo da blocchi di materiali solidi.

La scelta della carta

Affinché il plotter garantisca eccellenti prestazioni e sfrutti al massimo le sue caratteristiche nel suo settore di riferimento bisogna utilizzare la giusta carta, un aspetto tutt’altro che secondario. I rotoli da plotter disponibili sul mercato possono essere di carta bianca lucida oppure opaca, mentre i tipi di grammatura oscillano tra gli 80 ed i 90 grammi e diversi altri formati. Generalmente la lunghezza dei rotoli è standard e si attesta sui 50 m, mentre la larghezza può variare partendo da 106,7 mm per arrivare fino a 91,4 cm. Sono disponibili anche dimensioni intermedie come: 36 cm, 42 cm, 61 cm e 62,5 cm.

La carta va scelta in base al prodotto da realizzare poiché ogni tipologia offre un risultato molto diverso a seconda delle sue caratteristiche. Inizialmente i plotter erano utilizzati prevalentemente nella stampa di disegni tecnici come mappe topografiche, prospetti architettonici, progetti meccanici ed elettrici ecc. Grazie alla loro specializzazione i plotter si sono diffusi in tanti altri settori come la stampa di materiale promozionale e la grafica pubblicitaria.

Gli utilizzi del plotter nei vari settori commerciali

I plotter possono riprodurre gigantografie di progetti vettoriali utilizzate nei più svariati settoriali industriali. Per avere un’idea della straordinaria versatilità di questi strumenti ecco una lista di tutti gli oggetti che sono in grado di stampare: stampati per allestimenti per vetrine, negozi e manifestazioni; stampa su tela canvas e fine art; stampa su materiali rigidi; rollup, totem ed espositori bandiere; stampa pannelli retroilluminati; etichette, adesivi e sticker; stampa banner grande formato, insegne, mesh microforato e striscioni.

Il plotter è uno strumento imprescindibile per la stampa architettonica ed infatti è considerato il sistema di stampaggio più indicato per il CAD dove è richiesta la massima precisione. Anche nella stampa fotografica il plotter è un accessorio fondamentale per i fotografi che devono rispondere alle richieste sempre più pressanti ed esigenti dei clienti. L’evoluzione tecnologica ha favorito l’approdo dei plotter anche nel settore grafico, pubblicitario e di design in quanto è possibile stampare progetti a colore di grande formato e di effettuare il taglio della stampa per un utilizzo immediato.

I plotter di prima generazione, cioè quelli “a penna”, erano utilizzati anche per registrare in tempo reale l’andamento di un fenomeno elettrico. Con l’arrivo della tecnica a getto d’inchiostro e l’integrazione del taglio finale il plotter ha trovato un’ampia diffusione negli studi grafici e tecnici. I plotter da stampa e taglio sono in grado di offrire un gran numero di opzioni e di funzionalità per ottenere risultati diversi. La possibilità di sagomare il prodotto consente all’utilizzatore finale di personalizzare la stampa, un sistema molto utile nelle serigrafie, negli studi grafici e nei grandi centri di stampa. Altre tipologie di plotter come quelli da modellazione, da incisione e a taglio semplice sono in grado di soddisfare qualsiasi altra esigenza produttiva nei più svariati settori commerciali.

2019-06-03T11:50:34+01:00lunedì 3 Giugno 2019|Stampanti|
stampante in offerta

Multifunzione Ricoh MP 301
monocromatica formato Carta A4 con Velocità di Stampa 30 pp/min BN, funzionalità di Fotocopiatrice Stampante Scanner e Fax.


SOLO 20,00 €/mese